Anche le violazioni del cronotachigrafo arriveranno via PEC

Test av bakstycke 016
Test av bakstycke 016

Con una circolare, il ministero dell’Interno ha fornito istruzioni operative circa gli atti notificabili via Pec (posta elettronica certificata): tali notifiche riguardano non solo i verbali per le infrazioni stradali, ma anche tutta una serie di ulteriori documenti tra cui le violazioni relative al cronotaghigrafo. 

L’ambito della notifica via Pec delle multe stradali è, quindi, ampio. In osservanza del principio di economicità, la circolare chiarisce che la procedura in questione è applicabile anche alle notifiche delle sanzioni amministrative accessorie “qualora siano parte integrante del verbale di contestazione e vengano trasmesse unitamente allo stesso”.

I corpi di polizia devono verificare se il destinatario ha una Pec consultando gli elenchi Ini-Pec e Ipa, l’Indice nazionale dei domicili digitali dei soggetti non tenuti ad avere una Pec e il registro generale gestito dal ministero della Giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *