Autotrasporto: Definiti i contributi per investimenti Camion per il 2019

Il ministero dei Trasporti ha stanziato 25 milioni di euro per le imprese di autotrasporto che intendono acquistare nel 2019 veicoli industriali a basso impatto ambientale o unità di carico per il trasporto intermodale. L’importo maggiore, pari a 9,5 milioni di euro per unità, è destinato all’acquisto di veicoli alimentati a gas naturale liquefatto, mentre quelli con motore diesel Euro VI ricevono nove milioni di euro per unità. Nell’ambito degli equipaggiamenti per il trasporto intermodale, ogni rimorchio o semirimorchio certificato anche per il trasporto su nave o treno riceverà un contributo di sei milioni, mentre ogni lotto di casse mobili riceverà 500mila euro.

Confermata la ripartizione dei 240 milioni stanziati complessivamente per l’autotrasporto, che vale anche per il 2020 e il 2021. Il rimborso parziale dei pedaggi autostradali riceve la maggior parte delle risorse (140 milioni l’anno), seguito dalla deduzione forfettaria delle spese non documentabili (70 milioni). Completano il quadro i 25 milioni per gli investimenti e i 5 milioni per la formazione, mentre non è previsto nulla per il rimborso del contributo al Ssn pagato con i premi Rca.
Ricordiamo che il ministero si è impegnato a stanziare altri venti milioni per la deduzione delle spese non documentabili, che garantirebbero la quota di 51 euro per viaggio nel caso di trasporti fuori dal Comune. Confermato lo stanziamento di risorse dedicate al rinnovo del parco veicolare, pari a trenta milioni l’anno per il triennio 2019-2021. Questi fondi sarebbero prelevati dal Fondo Infrastrutture del ministero dei Trasporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *