Autotrasporto Sicilia – Incontro al Ministero dei Trasporti

autotrasportoAutotrasporto Sicilia

Incontro al Ministero dei Trasporti

Si è svolto ieri al Ministero dei Trasporti l’incontro sulle problematiche inerenti all’autotrasporto in Sicilia, presieduto dal Consigliere del Ministro Lupi, On. Girlanda.

Presenti alla riunione anche il Direttore Generale per il Trasporto Stradale del Mit Enrico Finocchi ed il rappresentante dell’Assessore ai Trasporti per la Regione Siciliana.

Tanti i punti all’ordine del giorno, ma sicuramente il più spinoso è quello riguardante la nuova ordinanza del Sindaco di Messina con cui si vieta l’accesso dei mezzi pesanti agli imbarchi dei traghetti, che nei giorni scorsi aveva provocato la proclamazione del fermo da parte della categoria.

Nelle intenzioni il traffico pesante dovrebbe fare capo al nuovo terminal di Tremestieri, posto fuori dalla città, che però non è ancora completamente operativo. Quindi, per attraversare lo Stretto i trasportatori devono raggiungere il porto cittadino transitando comunque nella rete stradale urbana.

Sulla complessa questione il rappresentante dell’assessore regionale ha informato che vi sono dei problemi di varia natura con il comune di Messina ed il Presidente della Regione si è impegnato personalmente a fare pressioni sul Sindaco affinché risolva il problema e consenta la libera circolazione delle merci.
Gli operatori rimangono in attesa di immediati chiarimenti. Ma di certo, come già dichiarato dalla Fai Sicilia, se l’amministrazione comunale non si sforzerà di trovare un punto d’accordo, la categoria tutta darà il via alle azioni di protesta.

Altro punto riguarda la mancata erogazione dell’ecobonus 2010 ad alcune imprese siciliane. A tal riguardo è stato spiegato che per il Ministero il contributo è stato integralmente pagato, tranne alcune pratiche controverse che presentano dei problemi di regolarità delle imprese stesse. Su ciò il dott. Finocchi ha mostrato disponibilità ad approfondire i singoli casi con i competenti uffici.

Sul più ampio problema della continuità territoriale e della filiera agroalimentare, il Ministero dei Trasporti ha informato di aver instaurato una fitta collaborazione con l’Assessorato regionale ai Trasporti per l’analisi di interventi che possano favorire lo sviluppo delle attività di autotrasporto nel medio periodo. Ma per far ciò è necessario che l’iniziativa parta dal Presidente della Regione Siciliana, che si attivi per richiedere al Ministero dell’Economia il ripristino in bilancio dei fondi che erano stati previsti nei Protocolli Stato-Regione dal 2001, che per inefficienza non sono mai stati utilizzati e dunque sono caduti in perenzione.

A tal fine le associazioni hanno chiesto che venga calendarizzato un incontro urgente presso la Regione, alla presenza del Sottosegretario De Caro, per individuare le soluzioni necessarie alla sopravvivenza di un comparto decisivo per l’intera economia siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *