Cronotachigrafo: GNSS obbligatorio dal 15 Giugno, ma solo sui veicoli di nuova immatricolazione

A partire dal prossimo 15 giugno tutti i veicoli di nuova immatricolazione adibiti al trasporto merci con massa superiore alle 3,5 tonnellate dovranno essere in possesso del tachigrafo intelligente secondo quanto disposto dal Regolamento 2018/502 che va a modificare il regolamento di esecuzione 2016/799. Il nuovo tachigrafo è dotato di una connessione al sistema globale di navigazione satellitare, un’interfaccia con i sistemi di trasporto intelligenti ed una comunicazione remota per la diagnosi precoce.

Questo nuovo sistema consente di monitorare la posizione del veicolo in base al luogo d’inizio ed al luogo di fine del periodo di lavoro quotidiano, effettuando dei rilievi ogni 3 ore di movimento del veicolo.

TACHIGRAFO INTELLIGENTE 2019: I BENEFICI PER I CAMIONISTI VIRTUOSI

I dati raccolti dal tachigrafo vengono inviati ai sistemi di gestione della flotta a disposizione degli organi della Polizia che, tramite apposite apparecchiature, possono valutare la presenza di anomalie nel corso della guida come orari di riposo non rispettati, inserimento della carta durante la guida, mancato inserimento della carta, tentativo di violazione della sicurezza ecc.

Le forze dell’ordine possono sapere anticipatamente se un camion in transito presenta dei dati anomali oppure no. I camionisti virtuosi ed in regola hanno il grande vantaggio di non essere fermati, evitando così inutili perdite di tempo. Le forze dell’ordine possono invece individuare da remoto direttamente i camionisti trasgressori esercitando un controllo più mirato ed oculato.

LE FUNZIONALITÀ DEL TACHIGRAFO INTELLIGENTE

Il tachigrafo intelligente offre una serie di funzionalità estremamente utili come:

  • ricezione dei dati sul consumo del carburante;
  • sistemi di pesatura dei veicoli in movimento;
  • dati utili per il controllo delle operazioni di cabotaggio o di distacco degli autisti;
  • servizi telematici di trasporto intelligente e di sicurezza stradale.

Per tutti i veicoli immatricolati prima del 14 giugno 2019 non c’è però l’obbligo di integrare il precedente tachigrafo con quello nuovo, purché vengano svolti esclusivamente trasporti nazionali o lo Stato membro non disponga diversamente. Se invece i veicoli effettuano trasporti internazionali o vengono usati per cabotaggio, oppure in presenza di una diversa normativa dello Stato membro di appartenenza, è richiesta l’installazione del tachigrafo intelligenteentro i prossimi 15 anni.

Per installare il nuovo tachigrafo intelligente su un camion già in circolazione è richiesto un sistema GNSS di navigazione satellitare con un’antenna DSRC. È quindi consigliabile verificare che tipologia di tachigrafo è stato installato sui nuovi veicoli immatricolati fino al 15 giugno 2019.

Le carte tachigrafiche resteranno valide ed interoperabili su tutte le tipologie di tachigrafi e non dovranno essere sostituite. Le carte officina devono invece essere sostituite con le nuove carte necessarie per la calibratura dei tachigrafi intelligenti sui nuovi mezzi da immatricolare dal 15 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *