Ferrobonus: Approvato il regolamento per ottenere gli incentivi

raddoppio-ferroviarioApprovato il regolamento riguardante gli incentivi per il trasporto ferroviario intermodale,il cosiddetto “Ferrobonus”. Il decreto ministeriale, che entrerà in vigore da oggi 31 agosto, stabilisce le modalità per la concessione dei contributi che ammontano a 20 milioni di euro per le annualità 2016-2017-2018, così come previsto dalla legge di Stabilità 2016 e come autorizzato lo scorso novembre dalla Commissione europea.

I benefici sono destinati a tutti quei servizi di trasporto in grado di ridurre sensibilmente le esternalità negative e le emissioni inquinanti, in particolare di CO2, con il fine ultimo di trasferire una quota del trasporto di merci su strada ad altre modalità di trasporto più sostenibili.

Il Ferrobonus è rivolto a tutte le imprese utenti di servizi di trasporto ferroviario intermodale o trasbordato (ovvero quel trasporto nel quale le merci effettuano la parte iniziale o terminale del tragitto su strada e l’altra parte per ferrovia, con rottura di carico) e operatori del trasporto combinato che commissionino alle imprese ferroviarie in regime di trazione elettrica treni completi e che si impegnino: a mantenere per la durata di 12 mesi, decorrenti dalla data di entrata in vigore del Regolamento, un volume di traffico ferroviario intermodale oppure trasbordato (in termini di treni*Km percorsi sulla rete ferroviaria nazionale) non inferiore alla media del volume di traffico ferroviario merci intermodale o trasbordato effettuato nel corso del triennio 2012-2013-2014; ad incrementare per i successivi 12 mesi consecutivi il volume di traffico ferroviario rispetto alla media del traffico ferroviario merci intermodale o trasbordato effettuato nel corso del triennio 2012-2013-2014; a mantenere, per ulteriori 24 mesi, il volume di traffico ferroviario raggiunto nell’ultimo periodo di 12 mesi di erogazione del contributo.

All’impresa che rispetta tali impegni viene riconosciuto un contributo calcolato in ragione dei treni*km percorso effettuati nei 12 mesi decorrenti dall’entrata in vigore del Regolamento, fino ad un tetto massimo di 2,50 euro per ogni treno*km di trasporto intermodale o trasbordato effettuato. Ai fini della quantificazione del contributo non vengono presi in considerazione treni con percorrenza inferiore ai 150 Km, ad eccezione dei servizi di trasporto ferroviario intermodale effettuati tra un porto ed un interporto.

Le domande devono pervenire al ministero via PEC al seguente indirizzo di posta elettronica: incentivi.trasportointermodale@pec.mit.gov.it

tratto da Trasporti Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *