Legge di Bilancio 2019: Stop al super ammortamento, prorogato l’iper ammortamento

La nuova legge di Bilancio 2019 ha stoppato il super ammortamento 130%, quindi è possibile usufruire di questa agevolazione solo fino al 30 giugno 2019 e con due requisiti necessari. Innanzitutto l’ordine per l’investimento effettuato deve essere stato accettato dal fornitore entro il 31 dicembre 2018; inoltre, entro questa data deve essere stato effettuato il pagamento del 20% in acconto.

In compenso è stato prorogato l’iper ammortamento 2019 – con nuove aliquote – che consente alle aziende di acquistare nuovi autocarri entro il 31 dicembre 2019 e, se versano il 20% del valore dei beni, fino addirittura al 31 dicembre 2020. Le aliquote hanno però subito delle modifiche e le agevolazioni variano in base al denaro investito. Inoltre, le aziende che hanno già usufruito dell’iper ammortamento l’anno precedente non possono accedere nuovamente alle agevolazioni fiscali.

COS’È E COME FUNZIONA L’IPER AMMORTAMENTO?

L’iper ammortamento è una misura introdotta nella nuova Legge di Bilancio 2019 nel pacchetto “Industria 4.0” ed è riservato a quelle aziende che operano nel settore industriale per incentivare gli investimenti nel comparto industriale 4.0. L’obiettivo è permettere alle aziende di autotrasporto di dotarsi di mezzi più innovativi, tecnologici e soprattutto “green” per ridurre sensibilmente gli sprechi e l’inquinamento ambientale.

Le spese relative al settore 4.0 dell’industria, quindi altamente innovativo, possono essere ammortizzate negli anni successivi per una percentuale che va da un minimo del 50% fino ad un massimo del 150%. In base al Decreto Dignità le aziende possono accedere all’iper ammortamento esclusivamente se i beni acquistati sono destinati a strutture produttive collocate in Italia.

COME ACCEDERE ALL’IPER AMMORTAMENTO?

Lo Stato intende incentivare le imprese a spendere in tecnologie e beni strumentali per implementare la produttività con sistemi più efficienti ed ecocompatibili e le agevolazioni sono valide anche per i veicoli ed i mezzi pesanti concessi in leasing. Per poter usufruire dell’iper ammortamento, i beni acquistati devono essere nuovi, ad uso durevole e realizzati con materiali altamente tecnologici ed all’avanguardia. I soldi ottenuti con l’iper ammortamento non possono essere investiti nell’acquisto di beni o servizi immateriali come ad esempio le campagne pubblicitarie.

Le aziende di autotrasporto, dopo aver redatto il bilancio, accedono automaticamente alle agevolazioni, così da rendere molto sbrigativo il passaggio che bypassa le lunghe e lente pratiche burocratiche. I soggetti che richiedono tale agevolazione devono essere titolari del reddito di impresa oppure devono essere liberi professionisti, anche associati, iscritti al regime dei minimi. Non possono quindi fruire dell’iper ammortamento quei soggetti che operano in modo autonomo con partita IVA in regime forfettario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *