Nessuna multa al conducente che mostra la polizza digitale sullo smartphone

Tutti sanno che per circolare sulle strade pubbliche in regola con l’auto è necessario sottoscrivere la polizza Rc, attivando la copertura assicurativa e non avere sorprese in un normale controllo di routine delle Forze dell’Ordine. La legge è chiara e impone, a chi circola con veicoli a motore sulle strade pubbliche, di sottoscrivere una polizza auto, un contratto in grado di offrire un’adeguata copertura al proprietario e al conducente laddove si parla di responsabilità per eventuali danni causati a terzi.

Cosa è obbligatorio esibire ad un controllo su strada nel caso in cui si è fermati? Solitamente le Forze dell’Ordine sono in grado di collegarsi telematicamente alla banca dati del Ministero dal quale controllare l’effettiva copertura della polizza assicurativa. Quando questo non è possibile le F.d.O. possono richiedere copia del certificato assicurativo: in caso di richiesta di esibire il certificato di assicurazione Rc auto, è possibile rispondere mostrando sia il documento in formato cartaceo o anche quello in formato digitale.

Il certificato di assicurazione può essere esibito anche in versione digitale dallo smartphone
Il certificato di assicurazione può essere esibito anche in versione digitale dallo smartphone

Attenzione, non è solo importante che la posizione assicurativa sia attiva sull’auto ma al al conducente della vettura, in alcuni casi, può essere richiesto di esibire il certificato assicurativo valido e può farlo anche con un cellulare mostrando la versione digitale del PDF che l’assicurazione invia all’intestatario della polizza.

Se a bordo dell’auto non abbiamo questo certificato assicurativo può scattare la sanzione, con la contestazione per violazione dell’articolo 180 CDS c.1 e c.7, ovverto per non aver esibito copia del contratto assicurativo valido (mancanza momentanea di documenti): si è passibili di una multa di 85,50€,sanzione che diventa 42€ in misura ridotta se pagata entro i 60 gg ed ulteriore riduzione del 30% se pagata entro i 5 gg a 29,40.

Il documento va comunque esibito successivamente entro max 30 giorni altrimenti scatta una seconda sanzione ben più pesante per violazione CDS art. 180 c8: 867,00€ per inottemperanza all’invito di presentare documenti o fornire informazioni (diventano 301,70 se pagata entro 5 gg e 431€ entro i 60 gg).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *