Problematiche autotrasporto in Sicilia e Sardegna

Riunione Governo - Sindacati Autotrasporto

Esito tavolo ministeriale

Si è svolto oggi l’atteso incontro tra le Associazioni di categoria ed il Sottosegretario Girlanda sulle problematiche dell’autotrasporto nelle isole maggiori, in attuazione di quanto previsto al punto 15 del Protocollo d’intesa del 28 novembre 2013.
Dapprima sono state affrontate le questioni relative alla Sardegna. La reale preoccupazione espressa dagli imprenditori del trasporto riguarda la mancanza di concorrenza nell’offerta di servizi di collegamento che porta ad un indiscriminato aumento delle tariffe, anche per le tratte di continuità territoriale, da parte della compagnia di navigazione Tirrenia, che di fatto opera in regime di monopolio.
A tale proposito il Sottosegretario Girlanda, a nome del Governo, si è impegnato a scongiurare anche per tutto il 2014 gli aumenti tariffari previsti dalla compagnia Tirrenia.
In riferimento alle problematiche siciliane, le associazioni hanno chiesto notizie certe sull’erogazione dell’Ecobonus 2010 (le cui somme sono già disponibili), per tutte quelle imprese che ne ha fatto richiesta ed hanno utilizzato le Autostrade del Mare.
Sulla vicenda è stato fatto il punto dal Dipartimento dei Trasporti, che ha giustificato i ritardi con la mancanza della cassa e l’impossibilità di effettuare i pagamenti finché il Ministero dell’Economia non trasferirà i fondi appositamente destinati.
Invece, riguardo all’Ecobonus 2011 è stato ribadito che i soldi stanziati non sono più disponibili perché la misura sperimentale valeva solo per tre anni. Dunque, per l’anno 2011 non era rifinanziabile da parte del Governo italiano che ha subito il veto da parte della Commissione Europea.
Da parte dell’amministrazione, a seguito di recenti consultazioni avvenute con i partners europei, è comunque stata aperta una possibilità sul finanziamento di un meccanismo di incentivazione delle Autostrade del Mare che sostituisca l’Ecobonus che è stato definitivamente vietato perché considerato aiuto di stato. Altro capitolo riguarda le risorse stanziate negli anni dal Governo nazionale per la ristrutturazione del trasporto merci della  Sicilia, su cui vi è stato un rimpallo di competenze tra Regione e Ministero.
Ad oggi pare che le risorse previste dal 2002 al 2012 siano state perse e si provvederà ad utilizzare le nuove risorse stanziate per la realizzazione di intervesti previsti da apposita convenzione tra la Regione Siciliana ed il Ministero dei Trasporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *