Rinnovo CCNL: Le nuove retribuzioni per gli addetti del settore trasporti e spedizioni

564_Costi minimiIl rinnovo del contratto nazionale porta un aumento medio delle retribuzione per gli addetti del settore di 108 euro al mese, ma i valori variano sulla base del livello. Una tantum di 300 euro.

I comunicati dei sindacati e delle associazioni imprenditoriali annunciano che l’accordo firmato il 3 dicembre 2017 porta un aumento medio delle retribuzioni di 108 euro,che sarà corrisposto in diverse rate con scadenze che dipendono dal livello salariale e che spaziano da febbraio 2018 a ottobre 2019. In realtà l’aumento varia sulla base del livello, tenendo anche conto che per quanto riguarda il personale viaggiante è cambiata completamente classificazione, che ora si basa su tre Qualifiche divise al loro interno in diversi parametri. L’accordo prevede che a luglio 2019 le parti che hanno firmato l’accordo svolgeranno una verifica la sostenibilità di questa intesa economica.
Ecco quindi gli importi di aumento mensile stabiliti per i singoli livelli:

  • Livello Q (fisso): 138,27 euro
  • Livello 1 (fisso): 130,09 euro
  • Livello 2 (fisso): 119,45 euro
  • Livello 3S (fisso): 108,00 euro
  • Livello C3 (viaggiante): 108,41 euro
  • Livello B3 (viaggiante): 108,00 euro
  • Livello A3 (viaggiante): 107,59 euro
  • Livello 3 (fisso): 104,73 euro
  • Livello F2 (viaggiante): 105,16 euro
  • Livello E2 (viaggiante): 104,75 euro
  • Livello D2 (viaggiante): 104,35 euro
  • Livello 4 (fisso): 99,82 euro
  • Livello H1 (viaggiante): 130,50 euro
  • Livello G1 (viaggiante): 123,87 euro
  • Livello 4J (fisso): 97,36 euro
  • Livello 5 (fisso): 94,91 euro
  • Livello 6 (fisso): 89,18 euro
  • Livello 6j (fisso): 81,82 euro

Oltre questo aumento mensile, l’accordo prevede un importo forfettario come copertura del periodo di mancato rinnovo del contratto (scaduto a dicembre del 2015). Tale importo lordo è di 300 euro pro-capite, maturato in quote mensili o frazioni, in relazione alla durata del rapporto nel periodo interessato. L’importo sarà versato in due rate: la prima di 200 euro a marzo 2018 (le imprese artigiane la verseranno in due rate da 100 euro a marzo e aprile 2018) e la seconda di 100 euro a novembre 2018. Il personale in part-time avrà un importo ridotto sulla base del tempo d’impiego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *