17 Luglio 2024
News

Covid-19, Albo Gestori Ambientali: MUD prorogato al 30 giugno 2020

Il Decreto Cura Italia (n° 18 del 17 marzo 2020) ha rinviato le scadenze relative ad alcuni adempimenti in materia ambientale, prorogando i termini al 30 giugno 2020. Vediamo quindi quali sono gli aspetti che vengono rinviati a fine giugno.

In base all’art. 113 del Cura Italia, pubblicato in Gazzetta il 17 marzo, viene stabilito il nuovo termine di scadenza per:

  • la presentazione del Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD);
  • la presentazione della comunicazione annuale dei dati relativi alle pile e accumulatori immessi sul mercato nazionale nell’anno precedente (art. 15, comma 3, del D. Lgs 20 novembre 2008, n. 188),
  • la trasmissione dei dati relativi alla raccolta e al riciclaggio dei rifiuti di pile ed accumulatori portatili, industriali e per veicoli (art. 17, comma 2, lettera c), del D.Lvo 20 novembre 2008, n. 188);
  • la presentazione al Centro di Coordinamento della comunicazione relativa al RAEE (art. 33, comma 2, del D.Lvo n. 14 marzo 2014, n. 49);
  • il versamento del diritto annuale di iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali (art. 24, comma 4, del Decreto 3 giugno 2014, n. 120).

Sul sito istituzionale dell’Albo gestori ambientali è stata pubblicata una lettera alle imprese, a firma del presidente Eugenio Onori, con la quale – esprimendo la vicinanza agli operatori in un momento di estrema difficoltà del Paese a causa di Covid-19 – ha informato che le strutture dell’Albo in tutte le sue articolazioni, dal Comitato nazionale alle sezioni regionali, hanno dovuto riorganizzarsi per mantenere un minimo di operatività degli uffici da remoto, al fine di assicurare tutte le attività relative all’istruttoria e all’esame delle domande che pervengono all’Albo e ha assicurato inoltre che sono garantite tutte le attività delle sezioni regionali. Sono presidiati, altresì, anche tutti i servizi on line disponibili sul sito web, come il canale telefonico per l’assistenza e la gestione della posta elettronica ordinaria e certificata riportati nella sezione dedicata del sito. Le imprese potranno pertanto ottenere le autorizzazioni necessarie allo svolgimento della propria attività e potranno segnalare – laddove necessario – eventuali difficoltà al fine di trovare soluzioni appropriate.

Con un Avviso pubblicato sul sito sono state inoltre evidenziate le principali implicazioni sulle norme del settore per quanto attiene a tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, i quali conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020. L’Albo gestori ha reso noto di essere intervenuto sul Governo per l’adozione di importanti provvedimenti riguardanti la gestione dei rifiuti e ha anticipato che è in fase di preparazione una circolare esplicativa che sarà resa nota a breve.

Scopri di più da Truck24

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading