Investimenti 2016: chiarimenti dal Mit sul procuratore che agisce per l’impresa

541_images (6)Le domande di ammissione agli investimenti per le imprese di autotrasporto possono essere presentate anche tramite un procuratore legittimato ad agire in nome e per conto dell’impresa che dovrà accedere al portale dell’automobilista con le credenziali della società e utilizzare la propria firma digitale per l’inoltro della domanda. Lo ha precisato con una circolare il ministero dei Trasporti. 

Sul portale dovranno essere inseriti i dati anagrafici del procuratore, tra cui il codice fiscale e idonea procura con la quale viene conferita l’autorizzazione e i documenti di identità del rappresentante e rappresentato. Ogni impresa, anche se associata a una cooperativa o rappresentata da procuratori comuni ad altre imprese, può presentare solo una domanda di ammissione al contributo.

Gli investimenti sono finanziabili esclusivamente ad avvenuto perfezionamento degli stessi e avviati nel periodo compreso tra il 16 settembre 2016 ed ultimati entro il termine perentorio del 15 aprile 2017, termine ultimo anche per presentare la domanda.

Tratto da: http://www.trasporti-italia.com/autotrasporto/investimenti-2016-chiarimenti-dal-mit-sul-procuratore-che-agisce-per-l-impresa/28301

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: