14 Luglio 2024
News

Nuovo comitato del trasporto siciliano proclama un fermo nei porti dal 25 ottobre

Un fermo di cinque giorni degli autotrasportatori siciliani. È il primo atto del nuovo comitato di aziende dell’Isola denominato Trasporto siciliano. Che oggi ha scritto al governo nazionale – nelle persone della presidente del consiglio Giorgia Meloni e del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini – e regionale – al presidente Renato Schifani e all’assessore al ramo Alessandro Aricò – per annunciare una protesta a partire dalla mezzanotte di mercoledì 25 ottobre fino a tutta la domenica 29. Uno stop che prevede anche punti di sensibilizzazione nei porti di Catania, Palermo, Termini Imerese e Messina.

Il comitato riunisce diverse grandi aziende che hanno fatto ricorso al trasporto combinato strada-mare, incentivati da leggi – il cosiddetto Marebonus 2022 – a cui però non ha mai fatto seguito il decreto interministeriale di attuazione e, pertanto, il contributo previsto. Ma non solo. La protesta ha, tra i suoi punti, anche l’imminente aumento delle tariffe di traghettamento; il ritardo nell’erogazione dei contributi per gli investimenti e nel riconoscimento del credito d’imposta sul consumo di Lng;
il continuo aumento del costo del gasolio.

Scopri di più da Truck24

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading