Parco circolante veicoli: il MIT pubblica il database nazionale

auto_in_fila_tn_290_230I dati resi pubblici dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti fanno parte di un’azione più ampia volta al miglioramento dei servizi al cittadino e alla valorizzazione delle informazioni pubbliche; infatti, attraverso la semplificazione, il riutilizzo e la rielaborazione dei dati da parte di operatori pubblici e privati potrà servire anche per trovare soluzioni e perfezionare scelte progettate su dati aggiornati e completi.

Tali dati, disponili nella sezione “open data” raggiungibile dall’home page del sito mit.gov.it, sono suddivisi per regione e riguardano il parco circolante di autoveicoli e motoveicoli registrati nell’archivio nazionale gestito dalla Direzione Generale per la Motorizzazione.
L’archivio fotografa la situazione al mese di febbraio 2017 e cataloga i veicoli in due macrocategorie. Nella categoria A sono inseriti gli Autoveicoli che comprendono: autoveicolo in servizio pubblico di linea integrativo, autoveicolo uso esclusivo di polizia, autovettura per trasporto di persone, autobus per trasporto di persone, autocarro per trasporto di cose, autocaravan, autoveicolo per uso speciale, trasporto specifico di persone con mobilità ridotta, autoveicolo per il trasporto promiscuo di persone e cose, trattore stradale per rimorchio, trattore per semirimorchio.

Nella categoria M, invece, si trovano i Motoveicoli: quadriciclo per trasporto di persone, quadriciclo per trasporto di cose, quadriciclo per uso speciale, quadriciclo trasporto specifico, motoveicolo uso esclusivo di polizia, triciclo per trasporto promiscuo, triciclo per uso speciale, triciclo per trasporto specifico, motociclo per trasporto persone, triciclo per trasporto cose, triciclo per trasporto di persone.

Il database contiene 41.580.330 Autoveicoli e 7.094.979 Motoveicoli con informazioni sul comune di residenza dell’intestatario, dati tecnici del veicolo come la marca, la cilindrata, la massa complessiva, il tipo di alimentazione del motore, la data di immatricolazione, le emissioni CO2 del veicolo, la classe ambientale di appartenenza (categoria Euro) di autoveicoli (pre-Euro 1, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5, Euro 6) e motoveicoli (pre-Euro 1, Euro 1, Euro 2, Euro 3), definita dalle direttive europee, che è riportata nel libretto di circolazione.

Ma non è tutto. Tra i dati disponibili si trova anche lo stato dei veicoli in termini di obbligo di revisione e di assicurazione ai fini della circolazione e i dati geolocalizzati degli Uffici della Motorizzazione e delle Officine autorizzate per la revisione dei veicoli.

Gloria De Rugeriis

Tratto da:https://www.trasporti-italia.com/citta/parco-circolante-veicoli-il-mit-pubblica-il-database-nazionale/29069

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: