COLPO DI SONNO ALLA GUIDA: PIÙ MORTALE DELLO STATO DI EBREZZA!

503_img (7)La notizia è da brivido: il colpo di sonno alla guida aumenta il rischio di incidenti stradali molto più di quanto non faccia la guida in stato di ebrezza. 
In questi casi, la comunità scientifica utilizza un parametro di valutazione, chiamato “rischio relativo” (RR) ovvero la probabilità di incidenti in chi accusa sonnolenza alla guida (o guida sotto l’effetto di alcool) rispetto alla popolazione “sana” che non soffre di sonnolenza diurna (e non beve prima di guidare).
– Il rischio relativo di incidenti da colpi di sonno è 3.71, ovvero quasi il quadruplo rispetto a chi guida riposato.
– Il rischio relativo di incidenti per guida in stato di ebrezza, è “soltanto” 2, cioè il doppio di un guidatore sobrio.
Se si parla spesso dei pericoli e delle drammatiche conseguenze per la guida in stato di ebrezza, sfortunatamente, non si fa altrettanto per i casi di colpi di sonno al volante.
Ci si limita a qualche consiglio prima dei grandi esodi estivi, perdendo di vista il fatto che ogni giorno, tutto l’anno, milioni di persone percorrono la rete stradale ed autostradale italiana come guidatori o come passeggeri.
Il rischio di incidenti inoltre aumenta per tutti coloro che guidano per lavoro o utilizzano l’auto (ma anche tutti gli altri veicoli a motore) come mezzo di lavoro:
– Autisti di mezzi pubblici
– Autisti di mezzi privati e mezzi di lavoro che trasportano materiali e/o persone
– Autotrasportatori
– Agenti di commercio
– Pendolari
Solo per citare alcuni esempi.
Purtroppo le cattive notizie non finiscono qui.
Ogni anno il 20% degli incidenti sulle strade ed autostrade italiane è dovuto ad addormentamento improvviso del guidatore e purtroppo presenta il tasso di mortalità più elevato di qualunque altra causa di incidente.

Il motivo è semplice: il colpo di sonno arriva improvviso e causa l’assoluta perdita di coscienza di chi guida, con la conseguente ed assoluta incapacità di intervenire per prevenire lo scontro o l’uscita di strada.
Negli incidenti da colpo di sonno, tipicamente proprio le uscite di strada o l’invasione della corsia/carreggiata opposta, sono pressoché assenti le tracce di frenata.

Alla luce di tutto questo, è fondamentale conoscere:
– I fattori di rischio per i colpi di sonno alla guida (primo tra tutti la Sindrome delle Apnee Ostruttive del sonno o OSAS)
– I sintomi e segnali premonitori
– Cosa fare per evitare la sonnolenza diurna ed alla guida

Trovate tutte le informazioni nella homepage del nostro sito, nella sezione Prevenire il colpo di sonno

Migliorare la qualità del riposo, diagnosticare e curare un disturbo del sonno, significa vivere meglio ed anche guidare sicuri! 

DI: DOTT. GIANLUCA ROSSATO

 

Tratto da: http://www.cseautotrasporto.it/it/news/Colpo-di-sonno-alla-guida-pi%C3%B9-mortale-dello-stato-di-ebrezza_277.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: