Covid-19, Autotrasporto: Il recupero accise può salvare il tuo bilancio aziendale

Gli autotrasportatori che utilizzano camion da 7,5 tonnellate ed effettuano il trasporto di merci hanno la possibilità di recuperare 0.21€ per litro di gasolio consumato.
E’ inoltre possibile richiedere il rimborso fino a 2 anni indietro.

Questa misura non viene utilizzata dalla metà degli aventi diritto ed è una vera e propria boccata d’ossigeno per i bilanci aziendali.

Già in passato abbiamo recuperato le accise pregresse (fino a 2 anni indietro) di diverse aziende di autotrasporto risollevandone le sorti.

Se non hai mai recuperato le accise per i tuoi mezzi questo è il momento di farlo ed il momento di affidarti a professionisti che da più di 10 anni danno supporto alle aziende di autotrasporto sollevando dell’incombenza i commercialisti che in questo periodo devono districarsi tra CIG e le mille misure del decreto “Cura Italia” di cui si attendono ancora i decreti attuativi.

Il servizio fornisce assistenza a tutti coloro che hanno bisogno di un supporto per la compilazione della domanda per il recupero delle accise sul gasolio per autotrazione su veicoli di massa pari o superiore a 7,5 ton e per una supervisione della pratica al fine del buon esito della stessa.

I documenti richiesti dall’Agenzia della Dogane sono:

  • Copia fronte/retro del Documento di Riconoscimento del firmatario della pratica.
  • Copia fronte/retro dei Libretti dei mezzi, per cui si richiede il recupero, con la registrazione dell’ultima revisione del veicolo.
  • Copia del Certificato di iscrizione Albo c/Terzi
  • Copia fatture gasolio relativi al periodo del consumo con indicazione della/e targhe ove viene effettuato il gasolio.
  • km effettivamente percorsi da ciascun veicolo nel trimestre solare di riferimento, vale a dire la differenza tra il valore registrato dal contachilometri alla chiusura del trimestre in oggetto e quello rilevato alla fine del trimestre precedente.
  • Copia dei libretti di circolazione dei MEZZI SPECIALI (dove per mezzo speciale si intende: semirimorchi e rimorchi destinati a trasporti specifici dotati di attrezzature installate in via permanente, alimentate da motori e serbatoi autonomi risultanti dalla carta di circolazione o, laddove prevista, da idonea documentazione) e gli eventuali attestati (come ad esempio il certificato ATP).
  • Indicazione delle ore di funzionamento dell’attrezzatura installata permanentemente sul mezzo speciale nel trimestre solare di riferimento, facendo riferimento alle ore registrate dal contaore dell’impianto speciale (Questo dato è ricavabile dalla differenza tra le ore registrate dal contaore del periodo oggetto di rimborso e quelle rilevate al termine del trimestre precedente)
  • Nel caso in cui l’azienda è fornita di un distributore privato: Autorizzazione Assessorato Regionale se il distributore è inferiore a 10 m/c

Invia al più presto la documentazione richiesta a segreteria@truck24.it con oggetto: RECUPERO ACCISE – NOME AZIENDA – P. IVA

Oppure compila il form di seguito per maggiori info:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: