Gottardo, il 1° giugno l’inaugurazione: “Un’opera storica, unirà i popoli”

parallax_story_8_tunnelsystem-1024x717Il conto alla rovescia è già partito. Dopo 17 anni di lavori è arrivata l’ora del nuovo Gottardo, il tunnel ferroviario più lungo al mondo. Il 1° giugno, infatti, è in programma l’inaugurazione alla presenza di Angela Merkel, Francois Hollande e Matteo Renzi. “L’apertura del nuovo tunnel”, ha detto il console svizzero Felix Baumann durante la presentazione dell’opera a Milano, “è un evento di portata storica”. Il nuovo tunnel è lungo 57,1 chilometri (la galleria ferroviaria più lunga del mondo era quella di Seikan, in Giappone, con i suoi 53,9 chilometri) ed è orgoglio e vanto “di tutta la Confederazione perché realizzato consultando di volta in volta il popolo con referendum”, ha spiegato Andrea Arcidiacono, responsabile del Dipartimento Federale degli Affari Esteri della Svizzera per il progetto Gottardo.
Un’opera destinata a restare nella storia “per tante ragioni”, ha detto il console Baumann: “perché ci sono voluti 17 anni per realizzarla; perché considerando tutto l’Alp Transit (il corridoio ferroviario attraverso le Alpi) è costata 21,5 miliardi di euro; perché ha coinvolto operai, tecnici e imprese di 15 Paesi; perché rispecchia tre caratteristiche tipicamente svizzere: innovazione, precisione, affidabilità”. Un tunnel che farà bene all’ambiente, “perché si prefigge di togliere dalla strada una buona quota di traffico merci a favore della rotaia”, ha spiegato il console, e “aprirà nuove opportunità per i porti italiani e tutta la catena della logistica, consentendo all’Italia la possibilità di affermarsi come la nuova porta logistica d’Europa”. Ma il tunnel del San Gottardo è un simbolo anche dal punto di vista umanitario, “perché unisce i popoli e abbatte le barriere, il Sud si avvicina al Nord e viceversa”.
“Sotto il profilo ingegneristico”, ha spiegato sempre Felix Baumann, “l’opera non segna solo il record di lunghezza, ma anche di profondità di una galleria: nel punto più profondo il tunnel tocca i 2.300 metri”. Una volta a regime permetterà il passaggio di 260 treni merci e di 65 treni passeggeri al giorno, con tempi di percorrenza che si accorceranno notevolmente, a beneficio di tutta la filiera logistica. Da Milano sarà possibile raggiungere Zurigo in 3 ore. Il nuovo tunnel dovrebbe sbloccare in Europa il trasporto merci lungo l’asse nord-sud Genova-Rotterdam. Problemi ancora esistono, sia in Italia (Terzo Valico), sia in Svizzera e Germania (Basilea, Karlsruhe), “ma certamente il Gottardo produrrà un effetto positivo su tutti” ha aggiunto Baumann.
Oltre all’inaugurazione del 1° giugno, il fine settimana successivo (4 e 5 giugno) è in programma una festa popolare (sono attese tra le 50mila e le 100mila persone): gli eventi clou sono i primi viaggi attraverso la galleria con lo shuttle Gottardo lanciato fino a 200 km/h di velocità (su prenotazione – cliccate qui per ulteriori informazioni), performance creative di artisti svizzeri nonché un’esposizione-evento interattiva dedicata al San Gottardo.

Tratto da: http://stradafacendo.tgcom24.it/2016/05/20/gottardo-il-1-giugno-linaugurazione-unopera-storica-unira-i-popoli/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: