Accordo Italia – Svizzera in materia di patenti e di riconoscimento reciproco delle CQC

autotrasportoIl MIT ha diffuso un comunicato stampa sul proprio sito internet www.mit.gov.it, nel quale si da notizia che lo scorso 4 Dicembre, a Lugano, Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio e la Consigliera federale svizzera Doris Leuthard hanno siglato un accordo per agevolare il riconoscimento e la conversione delle patenti di guida in caso di cambio di residenza o di domicilio, e che prevede altresì il riconoscimento reciproco dei certificati di capacità per i conducenti professionisti.

In particolare, per quanto riguarda la prima tematica, la differenza fra legislazione italiana ed elvetica in materia di residenza, domicilio e soggiorno ha generato sino ad oggi numerose difficoltà per la gestione dei documenti di guida che, adesso, dovrebbero essere risolte grazie alla previsione di procedure concordate che garantiranno la parità di trattamento tra conducenti con patente svizzera e italiana.

In merito al riconoscimento reciproco dei certificati di capacità per conducenti professionisti (CQC), l’intesa pone fine ai problemi riscontrati fin’ora dovuti, principalmente, alla circostanza che a differenza di quanto accade in Italia (dove, com’è noto, la qualificazione del conducente viene comprovata con l’inserimento sulla patente del codice unionale 95), in Svizzera questi certificati vengono rilasciati a parte.

L’accordo, valutato positivamente anche dalla Direzione Generale per l’Unione Europea, entrerà in vigore non appena saranno concluse tutte le procedure interstatali, prevedibilmente nella prima metà del 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: