Autorità dei Trasporti: contributo 2017, aumenta l’aliquota

Güterzug bei der Fahrt über die Autobahn A 10, östlicher Berliner Ring, bei Erkner Richtung Frankfurt (Oder); LKW; Verkehrsträgervergleich Nutzungsrecht: Frei

L’Autorità di regolazione dei Trasporti ha pubblicato nella sezione dedicata del proprio sito web i provvedimenti e le informazioni concernenti la misura e le modalità operative di versamento del contributo al proprio funzionamento richiesto a tutti i soggetti operanti nei settori del trasporto per l’anno 2017.

L’Autorità ha incrementato e unificato l’aliquota contributiva, portandola per tutti i soggetti regolati dallo 0,04 per mille allo 0,06 per mille del fatturato rilevante – inteso come somma della voce “ricavi delle vendite e delle prestazioni” e della voce “altri ricavi e proventi” del conto economico – e ha diminuito contestualmente la soglia di esenzione, portandola da un fatturato rilevante fino a 15 milioni di euro ad un fatturato rilevante fino a 5 milioni di euro (importo contributivo fino a 3.000 euro).

I soggetti tenuti al versamento del contributo dovranno versare due terzi entro il termine del 28 aprile 2017, mentre il terzo residuo deve essere versato entro e non oltre il 31 ottobre 2017.

I soggetti tenuti al versamento del contributo sono le imprese che svolgono  le seguenti attività: gestione di infrastrutture di trasporto (ferroviarie, portuali, aeroportuali e autostradali); servizi di trasporto passeggeri e/o merci, nazionale, regionale e locale, connotati da oneri di servizio pubblico, con ogni modalità effettuato; servizio taxi; servizi di trasporto ferroviario di passeggeri e/o merci; servizi di trasporto aereo di passeggeri e/o merci; servizi di trasporto marittimo e costiero di passeggeri e/o merci; servizi di trasporto di passeggeri e/o merci per vie navigabili interne; servizi di trasporto di passeggeri e/o merci su strada; servizi accessori alla gestione di infrastrutture di trasporto; servizi accessori al trasporto ferroviario, su strada, aereo, marittimo, costiero e per vie navigabili interne di passeggeri e/o merci;gestione di centri di movimentazioni merci (interporti); servizi logistici e accessori ai settori dei trasporti; servizi di movimentazione merci relativi al trasporto ferroviario, su strada, marittimo, costiero e per vie navigabili interne.

Tratto da: http://www.trasporti-italia.com/norme/autorita-dei-trasporti-contributo-2017-aumenta-l-aliquota/28331

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: