Divieti di circolazione: chiarimenti sull’imposta di bollo nella richiesta di deroga prefettizia

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 459 , ha fornito chiarimenti sul tema del versamento dell’imposta di bollo dovuto sulla richiesta di deroga prefettizia al divieto di circolazione.

A dicembre di ogni anno il MIT emana un decreto che disciplina i divieti di circolazione dei veicoli adibiti per il trasporto di cose, di massa complessiva autorizzata superiore a 7,5 t, sulle strade extraurbane, nei giorni festivi e in altri giorni per l’anno seguente, nonchè il regime delle deroghe al divieto. ( leggi articolo sui divieti di circolazione)

L’interpello inoltrato all’Agenzia delle Entrate è relativo alla presentazione di un’unica domanda di autorizzazione in deroga al divieto di circolazione, contenente più targhe, che la Prefettura istruisce con il rilascio di più autorizzazioni in deroga, ciascuna per la singola targa.

L’Agenzia delle Entrate ha risposto che se la richiesta di autorizzazione prefettizia riguarda più veicoli necessari per la medesima esigenza di trasporto, è dovuto il pagamento di una sola marca da bollo.

Nel caso in cui sia necessario ottenere il rilascio di più copie autenticate del provvedimento rilasciato dalla Prefettura per veicoli ricompresi nella autorizzazione in deroga ai divieti di circolazione, le stesse sono soggette ciascuna all’imposta di bollo pari ad euro €16,00.

SI RICORDA CHE SUL VEICOLO CHE VIAGGIA CON AUTORIZZAZIONE PREFETTIZIA E’ NECESSARIO AVERE L’ORIGINALE O LA COPIA AUTENTITCATA. ( NON UNA FOTOCOPIA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: