Licenze Comunitarie: Il MIMS chiarisce su nuove regole

Dal 22 maggio 2022 le imprese che effettuano trasporto internazionale nella Ue con veicoli o complessi veicolari di massa superiore alle 2,5 tonnellate e fino alle 3,5 tonnellate devono essere titolare di licenza comunitaria e, conseguentemente, utilizzare sul veicolo la relativa copia certificata conforme.
Un obbligo che riguarda anche le imprese già titolari di licenza comunitaria.

Il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, nei giorni scorsi, ha diffuso una circolare per chiarire alcuni punti relativi alle modalità di rilascio delle licenze comunitarie per il trasporto stradale di merci anche in relazione a questi aggiornamenti.
Il documento ricorda innanzitutto che dal 2 gennaio 2022, le licenze comunitarie rilasciate a titolo di rinnovo riporteranno come data di inizio di validità quella del giorno successivo alla  scadenza della precedente licenza, nel caso in cui quella nuova venga rilasciata prima della scadenza della precedente, in modo da assicurare continuità. In questo caso, data di rilascio e data di inizio validità possono essere diverse. Nel caso in cui la licenza sia rilasciata dopo la data di scadenza della precedente, la data di inizio validità corrisponde alla data di rilascio.

Per le imprese con veicoli di massa superiore alle 3,5 tonnellate, con o senza veicoli di massa superiore alle 2,5 tonnellate e fino alle 3,5 tonnellate, non ci sono particolari novità in sede di rilascio della licenza comunitaria.

Per quanto riguarda, invece, le copie certificate conformi, il tetto massimo di copie che potranno essere rilasciate a ciascuna impresa è rappresentato da tutti i veicoli con massa superiore alle 2,5 tonnellate (non più a 3,5 tonnellate), esclusi quelli noleggiati senza conducente.
Per questi veicoli il rilascio delle copie conformi continua ad avvenire secondo le modalità vigenti.
I veicoli aventi massa superiore alle 2,5 tonnellate e fino a 3,5 tonnellate sono obbligati ad avere a bordo una copia certificata conforme della licenza comunitaria solo a partire dal 21 maggio 2022.

Le imprese con soli veicoli di massa superiore a 2,5 tonnellate e fino alle 3,5 tonnellate possono, invece, presentare le domande per il rilascio della licenza comunitaria a partire dal 2 gennaio 2022. Le licenze sono rilasciate seguendo il normale procedimento istruttorio, quindi, se necessaria, anche con procedura di verifica antimafia.

A partire dal 21 maggio, inoltre, le procedure di rilascio della licenza comunitaria e delle copie certificate conformi sono unificate, a prescindere dal tipo di veicoli a disposizione dell’impresa interessata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: