Locazione o noleggio: in cosa consistono e quali sono le differenze.

Per l’acquisto di un bene strumentale esistono svariate forme tra le quali anche il leasing e il noleggio a lungo o breve termine. Spesso questi due termini vengono confusi o non si ha ben chiaro cosa sia uno e cosa sia l’altro. Visto che ad oggi è possibile utilizzare queste formule anche per “acquistare” un veicolo da lavoro come un furgone, cerchiamo di capire in cosa consistono e quali sono le differenze che intercorrono.

Nel primo caso (leasing) si ha una sorta di acquisto rateizzato per aziende o professionisti in possesso di Partita IVA con durata solitamente triennale e rate mensili che però si riferisce solamente a una parte del prezzo del veicolo e comprende al suo interno anche gli interessi e le spese accessorie come bollo, assicurazione, manutenzione che però possono essere gestite a parte. Pagando tali rati in quei tre anni si può usufruire in tutto e per tutto del mezzo che però rimane di proprietà della società di leasing che ne concede l’utilizzo in locazione. Passati i tre anni, il cliente potrà decidere se riscattare il valore residuo del mezzo così da diventare effettivamente proprietario del veicolo o se restituirlo così da sostituirlo con uno nuovo che sarà soggetto a un nuovo contratto simile a quello appena concluso. Occhio però normalmente esiste un vincolo di chilometraggio da non superare durante il periodo del contratto, se dovesse accadere e non si decidesse di acquistarlo allora sareste costretti a pagare una penale. Per i possessori di Partita Iva però sarà possibile scaricare il 20% del costo del leasing e il 40% dell’Iva oltre alle spese di carburante e pedaggi autostradali.

Nel secondo caso (renting) non si ha una sorta di acquisto parziale ma un vero e proprio noleggio o affitto a tempo determinato di un bene materiale. Utilizzabile anche da chi non ha la Partita Iva, anche in questo caso il mezzo rimane di proprietà effettiva della società locatrice ed è possibile riscattarlo, se lo si desidera, alla fine del contratto di noleggio, semplicemente pagando la rimanenza del valore. Con il noleggio o affitto però il cliente non dovrà mai prendersi carico di un bene che nel frattempo è invecchiato e non dovrà mai nemmeno prendersi alcun impegno all’acquisto. Dal canto suo però integra al suo interno quasi sempre formule all inclusive che comprendono bollo, assicurazione e manutenzione programmata, cambio gomme e altri servizi così da non far saltare fuori spiacevoli sorprese o spese inaspettate. Infine, anche in questo caso bisogna stare attenti al vincolo di chilometraggio da non superare durante il periodo del contratto, vincolo che può essere modificato anche in corso d’opera adeguando il canone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: