Prima risposta UE su legittimità riposo in cabina

Lebensraum

L’avvocato generale della Corte di Giustizia Europea afferma che le norme che vietano il riposo settimanale dell’autista nella cabina del camion possono essere legittime.

Dopo che il Governo belga ha emesso una Legge che vieta agli autisti di veicoli industriali di svolgere nella cabina del camion il riposo lungo settimanale – nell’ambito di una più ampia politica contro il dumping sociale – sono emersi dubbi sulla legittimità di tale provvedimento a livello comunitario. Così, il Consiglio di Stato del Belgio ha inviato alla Corte di Giustizia Europea una richiesta di decisione pregiudiziale proprio per sapere se la disposizione infrange qualche norma comunitaria.
Secondo quanto riferisce il deputato francese Gilles Savary (che ha fatto introdurre una norma analoga in Francia nel luglio del 2014, prima di quella belga) in una nota diffusa il 3 gennaio 2017, l’avvocato generale della Corte ha risposto che non si può obbligare un autista a svolgere il suo riposo settimanale (quello di 48 ore) a bordo del suo veicolo.
In virtù di questa risposta, Savary afferma che non regge più la giustificazione secondo cui l’autista deve prendere il riposo nel camion per controllare il camion e il suo carico durante il fine settimana o comunque risiedere in cabina durante i lunghi viaggi internazionali. “Questa decisione del Tribunale è molto importante perché pone termine a una pratica socialmente ingiustificabile”, aggiunge il deputato francese.

Tratto da: http://www.trasportoeuropa.it/index.php/home/archvio/54-norme-autisti/15938-prima-risposta-ue-su-legittimita-riposo-in-cabina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: