Protesta? No, farsa!

trucks-150625185807_bigIl mese scorso abbiamo assistito all’ennesima farsa sul fronte autotrasporto. Abbiamo infatti assistito a manifestazioni di presunta protesta in alcune zone d’Italia organizzate dagli stessi soggetti che, solo qualche mese prima, avevano ottenuto dal Governo sia la conferma delle risorse economiche (molte delle quali gestite dalle associazioni che oggi si dicono pronte a scendere in piazza), sia una proroga della scadenza del Comitato Centrale dell’Albo.

Proroga, quest’ultima, che pone al sicuro la loro poltrona, senza alcuna interferenza, per un altro anno.

Il nostro settore arranca sempre di più e i sedicenti difensori della categoria chiedono l’aumento del plafond per presunti corsi di formazione anziché agire con determinazione sui tempi certi di pagamento; reclamano circolari esplicative quando invece sarebbe possibile sin da subito ridurre drasticamente gli adempimenti burocratici; rivendicano l’aumento del personale negli Uffici della Motorizzazione, quando la categoria avrebbe invece bisogno di un pressing sulle istituzioni per aumentare i controlli al fine di combattere la concorrenza sleale delle aziende di autotrasporto dell’Est Europa o di quelle italiane trasferitesi fittiziamente all’estero per evadere le tasse.

L’autotrasporto italiano non può e non deve farsi prendere in giro dal fumo di difensori poco credibili e specialmente dalle pseudo-proteste organizzate a macchia di leopardo e senza alcuna logica da chi ha sfruttato l’autotrasporto per costruire comode posizioni di vantaggio.

L’ultima  protesta vera, il fermo dell’autotrasporto in Italia, risale al gennaio del 2012 e fu messa in piedi da Trasportounito, come vox clamantis in deserto.

Poi, guarda caso, per una combinazione legislativa creata ad hoc, dal 2014 la stessa associazione è stata esclusa dal Comitato Centrale dell’Albo. Un carrozzone sostenuto con le tasse obbligatorie a carico di tutte le imprese di autotrasporto (anche di quelle manifestanti), nonché da risorse collettive pubbliche.

 

(Tratto dal numero di Aprile 2017 di Free Services Magazine)

 

Antimo Caturano

 

Tratto da : http://www.freeservices.it/it/news/editoriali/4407-protesta-no-farsa.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: