25 Giugno 2024
News

‘Via della Seta’ marittima con la Cina, Agen: “Gentiloni ‘dimentica’ il porto di Augusta”

Agen-1“Come Presidente di Confcommercio Sicilia ho ascoltato, con un certo imbarazzo, le dichiarazioni del Presidente Gentiloni in visita a Pechino, nel corso delle quali rimarcava, con forza, la grande opportunità che si apre per i porti di Genova e, soprattutto, di Trieste dal crescente commercio navale con la Cina”.

Così il presidente di Confcommercio Sicilia, Pietro Agen, commenta le dichiarazioni del premier Gentiloni che, durante la visita in Cina, ha proposto i porti di Venezia e Genova, invece di Augusta, per sviluppare la ‘Nuova via della Seta’, ovvero il canale commerciale marittimo che i cinesi vogliono aprire con l’Europa.

“L’imbarazzo – continua Agen – è cresciuto nel notare il silenzio dei Parlamentari siciliani, visto che, penso, conoscano l’interesse manifestato, a suo tempo, da qualificate rappresentanze del Governo cinese all’utilizzo del porto di Augusta, che potrebbe aprire le porte a straordinari  investimenti e, veramente,  trasformare l’economia della nostra Regione. La Sicilia è, per sua posizione geografica, la base logistica ideale,  per una grande potenza economica quale oggi la Cina, una nazione che ha interessi fortissimi, sia in Europa, sia nell’area Sub sahariana, dove ha acquistato enormi territori in numerosi Stati centro africani”.

Insieme ad Agen sulla questione è intervenuto anche il presidente della Regione, Rosario Crocetta che scriverà una lettera ufficiale al premier affinché il porto ‘core’ europeo di Augusta venga incluso nella lista di quelli che interessano la Cina per la ‘Via della Seta’ marittima. “Augusta – afferma il governatore in una dichiarazione a La Sicilia – è un porto ‘frontaliero’ al Canale di Suez, ignorarlo sarebbe un grave errore”.

Scopri di più da Truck24

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading