L’Eni progetta un hub GNL nel porto di Gela

gela-port-160915120007_bigFirmato con MISE e Regione Sicilia un accordo per lo studio di fattibilità della nuova struttura logistica.

In attesa di vedere approvato il decreto legislativo sui carburanti alternativi, che fisserà le strategie nazionali in materia, l’Eni si sta muovendo e punta su Gela come futuro hub portuale per il rifornimento di GNL a navi e mezzi terrestri pesanti.

La corporation petrolifera di San Donato Milanese ha infatti firmato con la Viceministro dello Sviluppo Economico Teresa Bellanova e i rappresentanti della Regione Sicilia una lettera d’intenti che – spiega il MISE in una nota – “stabilisce l’avvio di un tavolo di lavoro congiunto della durata di sei mesi, che si pone come obiettivo la verifica della sostenibilità economica, organizzativa e autorizzativa, oltre che tecnica, per la realizzazione di una base logistica di Gas naturale liquido a Gela”.

Al termine del periodo fissato, il tavolo produrrà un documento di valutazione dei presupposti tecnici, economici e ambientali del progetto: “Se verrà verificata la fattibilità dell’opera – spiega il Viceministro Bellanova – avrà inizio la fase operativa che potrà contribuire al rilancio di questa importante realtà produttiva”.

La firma di questo accordo, riferisce il MISE, rientra nell’ottica dello sviluppo del mercato del “gas-as-a-fuel” (gas come carburante), principalmente per quanto riguarda il trasporto terrestre pesante e marittimo. Nell’ambito del tavolo saranno vagliate anche le due opzioni ritenute interessanti per lo sviluppo dell’attività produttiva: il mini-liquefattore e il mini-terminale di importazione e ridistribuzione del GNL.

In questo ambito il Ministero dello Sviluppo Economico garantirà il coordinamento del lavoro di individuazione del percorso autorizzativo per la realizzazione del progetto, mentre per ciò che riguarda il sostegno economico dell’eventuale fase realizzativa dell’hub GNL di Gela, “saranno valutate possibili agevolazioni e strumenti finanziari, coinvolgendo direttamente le istituzioni finanziarie nazionali ed europee”.

 

Tratto da: http://www.ship2shore.it/it/energia/l-eni-progetta-un-hub-gnl-nel-porto-di-gela_62296.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: