MIT pubblica i costi del gasolio per la fatturazione di Luglio

Come da consueto il MIT ha pubblicato l’aggiornamento mensile del costo del gasolio per autotrazione per la fatturazione di luglio al netto dell’Iva e/o dello sconto del maggior onere delle accise. In questo mese si assiste finalmente ad una tendenza al ribasso per la prima volta dall’inizio dell’anno. Da gennaio a maggio si è infatti verificato un aumento costante del prezzo medio del carburante, tendenza che è finalmente stata invertita.

Nello specifico il prezzo di giugno è pari a 1.487,83 euro per 1.000 contro i 1.519,10 euro di maggio. Questo leggero calo di luglio rappresenta un piccolo passo in avanti anche se i dati non sono paragonabili a quelli di gennaio, quando il prezzo medio si aggirava sui 1.434,73 euro per 1.000 litri (il valore più basso in assoluto del 2019). A febbraio i valori erano saliti 1.465,66, a marzo a 1.495,22 e ad aprile a 1.509,64.

Il prezzo mensile al consumo del carburante viene espresso dal MISE in euro per 1.000 litri. Lo stesso valore può essere espresso anche in euro per litrodividendolo successivamente per 1.000. Il valore ottenuto deve poi essere scorporato dall’Ivadividendolo ancora per 1,22 poiché l’Iva attualmente applicata è pari al 22%.

Per i veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o inferiore a 7,5 tonnellate non si tiene conto degli sconti degli eventuali maggiori oneri delle accise. Per ottenere il dato mensile interessato, cioè il prezzo al consumo per litro, bisogna eseguire la seguente operazione: 1.487,83 / 1000 = 1,48783. Ne consegue che per ottenere il valore del costo unitario per litro del gasolio è invece necessario effettuare quest’altra operazione: 1,48783 /1,22 = 1,219532= 1,219(arrotondato alla terza cifra).

Nel caso di veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate bisogna tenere conto anche degli sconti degli eventuali maggiori oneri delle accise. Lo sconto delle accise per litro attualmente è pari a 0,21418609 euro per litro, cioè secondo il livello stabilito dalla Determinazione dell’Agenzia delle Dogane prot. RU-114075 del 27 settembre 2012.

Per calcolare il valore del costo unitario per litro del gasolio è quindi necessario eseguire la seguente operazione: (1,48783/1,22) – 0,21418609 = 1,00534669= 1,005 (arrotondato alla terza cifra).

É opportuno ricordare che, secondo l’art. 1 comma 645 della legge 28 dicembre 2015 n. 208 (Legge di Stabilità 2016), a partire dal 1° gennaio 2016 il credito di imposta relativo all’agevolazione sul gasolio per autotrazione degli autotrasportatori, di cui all’elenco 2 allegato alla legge 27 dicembre 2013 n. 17, non spetta ai veicoli di categoria Euro 2 oppure inferiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: